Venerdì 26 settembre i KuTso in concerto all’Enoteca di Lunano

Venerdì 26 settembre i KuTso in concerto all’Enoteca di Lunano.

Annunci

Teatro. Ascoli Piceno, presentata la Stagione di Prosa 2014/2015

Prima e importante anticipazione della prossima stagione teatrale del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno promossa dal Comune di Ascoli Piceno e dall’AMAT: otto titoli per due serate compongono la stagione in abbonamento 2014/2015, a cui si affiancheranno presto le sezioni dedicate al teatro ragazzi e al teatro contemporaneo e alla danza (che verranno presentate prossimamente), a ribadire l’importanza di offrire alla città e al territorio un articolato progetto di spettacolo dal vivo a 360 gradi.

Primo appuntamento il 15 e 16 novembre con Tres brillante e divertente commedia spagnola di Juan Carlos Rubio che racconta una rimpatriata di vecchi compagni di liceo, un incontro dopo tanti anni che riapre vecchie ferite e consolida inaspettate amicizie. La commedia è magistralmente interpretata da uno straordinario cast di attori composto da Anna Galiena, Marina Massironi, Amanda Sandrelli e Sergio Muniz guidati da Chiara Noschese alla regia.
Una scintillante versione dell’amatissimo musical Sette spose per sette fratelli, il più energico e travolgente tra i classici del genere, attende il pubblico il 29 e 30 novembre nell’allestimento proposto da Massimo Romeo Piparo. Dal film al palcoscenico, si ritrovano le divertenti avventure dei fratelli Pontepee e delle loro innamorate, con canzoni eseguite dal vivo e spettacolari coreografie acrobatiche: un perfetto evento teatrale che coinvolge ed entusiasma gli spettatori di tutte le età grazie all’interpretazione di Flavio Montrucchio e Roberta Lanfranchi e un cast di venti ballerini, acrobati e cantanti.
Claudio Santamaria, attore teatrale e cinematografico di intensa espressività, è il protagonista il 20 e 21 dicembre di Gospodin, nuova produzione italiana di Giorgio Barberio Corsetti su un testo dell’esordiente autore tedesco associato del Maxim Gorki Theater a Berlino Philipp Löhle che inventa un teatro fatto di sorprese e con ferocia esplora le contraddizioni della nostra società votata al consumo.
Il 6 e 7 gennaio il nuovo anno si apre con Alessandro Haber e Alessio Boni che vestono i panni di Freud e Dio, personaggi che guardano dalla stessa finestra la malattia dell’uomo, la pazzia del mondo in una commovente, dolce ed esilarante pièce di Éric-Emmanuel Schmitt, Il visitatore diretta dalla sapiente regia di Valerio Binasco, tradotta e rappresentata in 15 lingue e in oltre 25 paesi.
Ancora a gennaio, il 27 e 28, attende il pubblico RIII – Riccardo Terzo di William Shakespeare diretto e interpretato da Alessandro Gassmann che ne restituisce una novella cupa e visionaria, una macchina della paura, esagerando i personaggi nel trucco, nel costume come fossero fumetti, mescolando antico e moderno.
Pierfrancesco Favino torna a teatro – al Ventidio Basso l’11 e 12 febbraio – con Servo per due (One Man, Two Guvnors) del celebre commediografo inglese Richard Bean, adattamento del classico del teatro Il servitore di due padroni di Carlo Goldoni a cui partecipano gli attori del Gruppo Danny Rose. Nella divertente pièce la musica diventa parte integrante dello spettacolo, eseguita dal vivo sul palcoscenico da una piccola orchestra composta da quattro elementi.
Il meglio della commedia francese approda in scena il 28 febbraio e 1 marzo con Sarto per signora, prima piéce di Georges Feydeaux interpretata da Emilio Solfrizzi diretto dalla sapiente regia di Valerio Binasco. Scambi d’identità, sotterfugi, equivoci, amori segreti sono gli elementi base per questo divertente vaudeville la cui la trama è basata sul classico triangolo adulterino.
Conclude la stagione in abbonamento il 14 e 15 marzo un appuntamento di danza. Balletto rodato e forte di un eccezionale successo di pubblico e critica (anche internazionale basti pensare che alcuni anni orsono fu rappresentato dal Balletto del Teatro alla Scala nientedimeno che al Metropolitan di New York), approda ad Ascoli Amarcord, balletto di Luciano Cannito, una delle grandi firme italiane della coreografia. Presentato dalla Daniele Cipriani Entertainment, il cast di DanzItalia (Italian Touring Dance Company) s’impreziosisce di un nome di grande richiamo: nei panni (Anni Trenta) della mitica Gradisca, l’apprezzatissima ballerina e attrice Rossella Brescia che trova qui un ruolo d’elezione, da colorare con sfumature sensuali e sognanti.

Nuovi abbonamenti dal 28 ottobre. Per informazioni: biglietteria del teatro tel. 0736 244970.